News e Blog

L’RFID E LA DIGITALIZZAZIONE NEL SETTORE ENOLOGICO

News e Blog

In alcune aree del mondo, in particolare nella zona di Odaiba a Tokyo, nel “Tokyo Baycourt Club”, resort

composto da 292 camere, un bar, un salone e ben quattro ristoranti, necessitava di particolari tag Rfid da attaccare alle proprie bottiglie senza influire sull’aspetto estetico o sulla qualità del vino; Inoltre dovevano essere funzionanti anche quando le bottiglie venivano accatastate in cantina o in uno dei tanti refrigeratori del resort.

Attraverso la tecnologia Rfid, il prestigioso resort ha ridotto i tempi di inventario di oltre 88%.

Per superare queste sfide sono stati eseguiti numerosi test, tra cui il modo in cui le bottiglie venivano archiviate e il modo in cui i dipendenti avrebbero dovuto tenere il lettore durante lo svolgimento dei conteggi delle scorte. Poiché liquidi e metalli influiscono  notevolmente sulla  lettura dei tag Rfid UHF, e il foglio di tenuta del metallo sui tappi per vino pone un altro potenziale blocco di trasmissione Radio frequenza, la soluzione ha posto diverse sfide tecniche, una delle quali era l’affidabilità di interrogare i tag sulle bottiglie di vino.  Non meno importante il problema delle migliaia di bottiglie poste a pochissimi millimetri di distanza l’una dall’altra.

Il resort gestisce un inventario di circa 5.000 bottiglie di vino e, prima dell’Rfid, l’inventariato comportava il conteggio visivo lasciando spazio a possibili errori umani e soprattutto, trovare una bottiglia di vino quando un ospite lo ordinava era un processo che richiedeva parecchio tempo di attesa.

Questa tecnologia ha aiutato il resort a digitalizzare il proprio inventario e a portare il processo di conteggio delle scorte a poche ore complessivamente.

Grazie al tag personalizzato che ha permesso di contrastare l’effetto del liquido e della pellicola sigillante, il resort è stato in grado di ottenere tassi di lettura stabili e precisi.

Il resort ha iniziato ad elaborare una soluzione basata su Rfid nell’ottobre 2016. A seguito del progetto pilota, il sistema è stato adottato dal vivo nel gennaio 2018 garantendo un servizio eccellente.

 

Follow Me Technology è sempre attenta alle richieste di mercato, per questo motivo abbiamo realizzato dei prototipi di etichette con tag Rfid HF e sensori di temperatura in grado essere letto e misurare la temperatura del vino. Questo sistema consente un controllo di magazzino e inventario sicuro ed efficace e un controllo della temperatura in fase di utilizzo.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *